Rassegna letteraria 2024

La prima rassegna letteraria di poesie per adulti di Collina Italiana.

Italian poems from our students of Italian language and culture.

Poesie d'estate - Mary P

Rosa

Rosa –
il colore dell’Italia invade sempre l’anima.
Che sia caldo e calmo, o fresco e sereno, l’alba o il tramonto,
l’estate o l’inverno a Vicenza.
Il tuo respiro segue il lento movimento del fiume,
che ti trasporta indietro nel tempo.
Queste risposte contano davvero?
Le sono nel tuo cuore… così..
Non perderai mai la sensazione… l’emozione… l’amore…
anche se non torni mai…
Si guarda il cielo e sarai lì.

Mary P.

Estate

L’estate mi chiama al mare

e le onde sacre e martellanti.

L’estate mi chiama sul campo

lontano dalla riva e dal rumore dei gabbiani.

L’estate mi chiama al profumo

attraverso il cancello del giardino

per sedermi tra i fiori e le api

il cui ronzio rompe la mia solitudine.

Desidero che l’estate non finisca

Ma il mio cuore ama l’autunno tanto 

con foglie come una turbina, e colorate.

E cosi, riposo sui pensieri di cambiamento.

Elise P.

Avventure e sventure

Avventure e Sventure 

Lo sciame di turisti 

Svanisce il portafoglio 

Nei grandi posti 

Nei vicoli nascosti 

Tra le crepe del degrado

La vita fiorisce 

I ricchi e poveri 

I buoni e cattivi 

I belli e brutti

Timothy L.

Le impressioni eterne

Qual’è il paesaggio Italiano?

D’estate è il mare della Sicila, scintillante e accecante dal sole.

D’autunno sono le colline della Toscana coperte dalle aghe di cipressi,

Il profumo di pino e cinghiale

D’inverno sono le montagne del nord. Il silenzio della neve che cade.

In primavera è la rinascita del volcano addormentato.

Anna G.

Il Sentiero

Camminare il sentiero degli ulivi

Sulle orme di San Francesco

Da Spoleto ad Assisi

O forse il contrario

Udire lo zeffiro fra le foglie

Sentirlo sulla pelle

Cercando una meta invisibile

Tra le olive cadute

I pellegrini sono andati per questa via

Attraverso i secoli scorsi, perduti nella preghiera

La testa chinata

Nella solitudine nella folla di persone

Parlando al cielo, aspettando risposta

Oppure chiacchierando senza senso da soli

Nel vuoto

Gli occhi chiusi

Camminare quel sentiero

Dove sono andati tanti altri

Anch’io ho la testa chinata

Ma gli occhi aperti

Vedendo le olive cadute a terra

Nere verdi viola

Senza toccarle

Solo guardando

Immagino il sapore

La benedizione dell’olio

Il piacere vietato ai veri pellegrini

Camminare

Immaginare

Assaggiare

Sensazioni che non ho conosciuto

Ancora

Jeffrey L.

Ritmo del tempo sull’Etna

Per chi lo sa leggere, l’Etna è un orologio.

Non indica ore, minuti, secondi;

no: a quell’altitudine si tratta di anni e decenni.

Le lancette lungo i suoi fianchi, forse non l’hai notate

per via della loro grandezza,

però l’Etna ne ha più di tre.

Infatti ogni eruzione ne fa una nuova. 

Invece di muoversi in senso orario,

le sue lancette ricordano il tempo

cambiando il colore.

La tutta nera è segno di eruzione recente.

Se ti pare rossa-arancia è l’ora di dartela a gambe.

Quando ti accorgi che è ingrigita,

significa che son passati dieci anni.

Saprai che ne sono passati altri dieci,

se è ben maculata di verde chiaro (o giallo, seconda la stagione)

e assomiglia al collo di giraffa.

Tonalità di verde scuro e castano di foresta

segnalano che trent’anni sono scorsi.

Chi ha osservato tre volte quel percorso

da nero a verde foresta,

ha vissuto una vita bella lunga.

Nicholas R.

POESIE D'ESTATE-6-Collina Italiana

La casa dell’amica

Il fascino dell’Italia viene da dieci mesi passati
a Caramagna,
un posto perso all’ombra delle Alpi.
Infatto le vedavamo sedute sul tetto della casa
che era raggiunto passando il solaio, una
meraviglia all’ultimo piano, allo stesso tempo
chiuso e aperto,
dove una volta stagionavano i salami.
Devo rallentarmi, lasciar tornare le immagini.

Una casa del tredicesimo secolo
su una strada porticata
che finisce in una piazza
con una chiesa
con un unico incrocio
e nessuna stazione ferroviaria.
Per la cena serale si faceva la spesa alla
salumeria davanti.
Per aiutare a digerire si faceva una
passeggiata fuori case, lungo una stradina
affiancata
da quei alberi tronchati con rametti aguzzi.
Attorno ai campi di grano.

Carole D.

La lunga strada presa

È iniziato con un pellegrinaggio

Per essere a mio agio

Sono stato in Sicilia quando ho guardato

Un tramonto che mi ha ammiccato

Era una brezza lenitiva

Che mi ha colpito a Taormina

E poi ho deciso di andare all’avventura

Il desiderio di esplorare l’Italia e’ sicuramente sfaccettato

Più di avere un ambiente riposante o un giorno soleggiato

Quale sono i miei sogni, mi chiedi?

E’ l’incanto di trovare dei cibi dai molti sapori

In un paese che sa essere di tutti i colori

Fellippe G.

POESIE D'ESTATE-2 Collina Italiana

Nel raggio di sole

Gli uccelli s’librano

nei raggi del sole

ed il campo che sotto

e’ bagnato da luce.


il sole da caldo,

bloccatto da foglie,

nel vento gentile

mi sereno sedo


sto io all’ombra

sotto sole e cielo,

nei baci d’un’brezza

e riposo tranquillo


si passa il sole,

rami d’alberi sopra,

nei raggi di luce

sono sciolto con gioia

Patrick H.

La baia

I pesci sorridono 

vedendo che siamo tornati nella baia,

nell’acqua limpida e piacevole,

tra le mie braccia sei tu,

mentre Febo glorioso proclama:

È cosi facile essere felici!

E. A. Bonfils-Roberts

GRAMMAR – VOCABULARY – VERB TENSES

Play and sip in italiano - Collina Italiana

Saturday, June 15th
4-5:30pm
Indulge in aperitivo, and a fun Italian quiz!

ITALIAN SUMMER MINI CAMP
Flexible, weekly camp
Minimum: 2 days/week
June 10th – August 23rd
Collina Italiana - italian classes for kids and adults - onlne and in-person
New Session for Adults!
Online and in-person classes for adults!
Check levels and courses here.